vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Seminari

I Docenti e i Ricercatori afferenti al Dipartimento possono proporre lo svolgimento di seminari ritenuti di interesse per la propria ricerca

La documentazione necessaria ai fini della deliberazione da parte della Giunta di Dipartimento deve essere consegnata in Segreteria Amministrativa entro n. 5 giorni lavorativi precedenti la seduta.

Occorre presentare la seguente modulistica:

1. Modulo di richiesta seminario

2. Locandina dell'evento (dove compaia il nome del relatore)

3. Curriculum vitae del relatore

Il fac-simile del modulo di richiesta da compilare è scaricabile dal box Allegati.

Relatori italiani
Relatori stranieri

RELATORI ITALIANI

Il compenso per ciascun seminario è da considerarsi forfetario (non si rimborsano a parte spese di viaggio, vitto e alloggio) e non può essere superiore a 516,45 Euro lordo aziendale (ossia l’ammontare complessivo da prelevare dal proprio fondo di ricerca).

Il compenso è, di norma, assoggettato alla ritenuta d’acconto (IRPEF) del 20% sul compenso stabilito. Sul compenso è, inoltre, calcolata l’IRAP nella misura dell’8,5% (ad eccezione dei casi di professionista con Partita IVA). Tassazioni diverse sono previste nel caso in cui il relatore percepisca nell’anno redditi di lavoro autonomo occasionale superiori a Euro 5.000,00 lordi o nel caso sia un professionista con partita IVA.

Al relatore verrà pagato il compenso, di regola con bonifico bancario, solo dopo lo svolgimento del seminario e dopo la consegna in Segreteria Amministrativa dei seguenti documenti, scaricabili dal box allegati. I moduli sono tutti editabili, pertanto è preferibile digitare le informazioni direttamente tramite tastiera, spostandosi da un campo all’altro con il tasto TAB e solo successivamente stampare e firmare.


Se il relatore è…

…i documenti che dovrà compilare e consegnare sono…

lavoratore autonomo occasionale con redditi di lavoro autonomo annui < Euro 5.000,00 lordi

  • Notula senza INPS (completa di marca da bollo da Euro 2,00)
  • Modulo dati anagrafici e modalità di pagamento
  • Modulo D occasionali
  • Dichiarazione Atri Incarichi
  • Copia documento di identità e codice fiscale
  • lavoratore autonomo occasionale con redditi di lavoro autonomo annui > Euro 5.000,00 lordi

  • Notula con INPS (completa di marca da bollo da Euro 2,00)
  • Modulo dati anagrafici e modalità di pagamento
  • Modulo D occasionali
  • Dichiarazione Atri Incarichi
  • Copia documento di identità e codice fiscale
  • professionista con Partita IVA e la prestazione resa RIENTRA nell’ambito dell’attività per la quale è stata aperta la P.IVA

  • Fattura elettronica
  • Modulo dati anagrafici e modalità di pagamento
  • Modulo A professionisti con partita IVA
  • Dichiarazione Altri Incarichi
  • Copia documento di identità e codice fiscale
  • professionista con Partita IVA e la prestazione resa NON RIENTRA nell’ambito dell’attività per la quale è stata aperta la P.IVA

  • Notula con INPS o senza INPS, a seconda che si superino o non si superino Euro 5.000,00 lordi di reddito da lavoro autonomo occasionale (completa di marca da bollo da Euro 2,00)
  • Modulo dati anagrafici e modalità di pagamento
  • Modulo A professionisti con partita IVA
  • Modulo D occasionali
  • Dichiarazione Altri Incarichi
  • Copia documento di identità e codice fiscale
  •  

    RELATORI STRANIERI

    Il compenso per ciascun seminario è da considerarsi forfetario (non si rimborsano a parte spese di viaggio, vitto e alloggio) e non ha limite di importo.

    Il trattamento fiscale del relatore residente all’estero può seguire due percorsi:

    1) Pagamento delle ritenute fiscali in Italia mediante ritenuta alla fonte a titolo di imposta del 30% sul compenso stabilito, ai sensi dell’art. 25 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600;

    2) Pagamento delle ritenute fiscali nel paese di residenza richiedendo l’applicazione della convenzione bilaterale, fra l’Italia e il Paese di residenza, contro la doppia imposizione.
    In questo caso è necessario che il relatore ne faccia esplicita richiesta compilando l’apposita sezione del questionario e presentando, prima del pagamento del compenso, il relativo modulo di domanda per l'applicazione dell'aliquota ridotta sui redditi corrisposti a soggetti non residenti, appositamente predisposto dall'Agenzia delle Entrate, completo dell'attestazione ufficiale dell’Autorità fiscale estera che certifichi:

    a) l’inesistenza di stabili organizzazioni nel territorio italiano;

    b) l’effettiva residenza fiscale estera e la sua soggettività passiva d’imposta nello Stato estero.

    In assenza di tale attestazione, o nel caso di presentazione di documentazione non ritenuta idonea, il Dipartimento, in qualità di sostituto d’imposta, provvederà ad operare la ritenuta del 30% a titolo di imposta.

    Sul compenso sarà inoltre calcolata l'IRAP nella misura dell'8,5%.

    Al relatore verrà pagato il compenso, di regola con bonifico bancario, solo dopo lo svolgimento del seminario e dopo la consegna in Segreteria Amministrativa dei seguenti documenti, scaricabili dal box allegati. I moduli sono tutti editabili, pertanto è preferibile digitare le informazioni direttamente tramite tastiera, spostandosi da un campo all’altro con il tasto TAB e solo successivamente stampare e firmare.

    Se il relatore è…

    …i documenti che dovrà compilare e consegnare sono…

    straniero

    1. Modulo stranieri
    2. Domanda per l'applicazione dell'aliquota ridotta con attestazione dell'autorità fiscale estera (solo se richiesta applicazione convenzione contro doppia imposizione)
    3. Copia passaporto e codice fiscale

     

    (Aggiornato al 11/10/2016)